CONQUEROR’S TALES: GIOVANNA D’ARCO

Home / Conqueror's Blade / CONQUEROR’S TALES: GIOVANNA D’ARCO
CONQUEROR’S TALES: GIOVANNA D’ARCO

Leggete la storia della Salvatrice di Francia in onore della Giornata Internazionale della Donna!

 

In occasione della Giornata Internazionale della Donna 2022 e dell’imminente lancio di Conqueror’s Blade: Paragons, ci immergiamo nella storia francese per commemorare la loro eroina nazionale: Giovanna d’Arco. Celebrare le donne forti e il loro contributo alla cultura, alla politica e all’economia sociale, così come l’avanzamento dei diritti delle donne è lo scopo del gioco in questo importante giorno, e mentre ci avviciniamo a una nuova stagione ispirata alla storia e agli eroi della Francia, non potrebbe esserci nessuno migliore da onorare della straordinaria e leggendaria Giovanna.

Giovanna d’Arco (o Jeanne d’Arc) iniziò la sua vita come contadina in un piccolo villaggio chiamato Domrémy nel 1412 d.C. Dalle sue umili origini, non avrebbe mai potuto immaginare che sarebbe stata canonizzata per aver segnato la fine della guerra dei cent’anni tra Inghilterra e Francia, in cui era nata. A soli tredici anni, Giovanna ebbe la sua prima “visione” ispiratrice. Queste indicazioni divine continueranno a mostrarle il suo vero cammino, che la condurrà a un incontro con Carlo VII, il monarca francese che lottava per impedire l’avanzata inglese.

A soli diciassette anni, Giovanna fece capire al suo re che era giunta per far togliere l’assedio di Orléans. Il suo messaggio fu ben accolto. Ben presto ricevette l’armatura, lo stendardo e la spada e partì per Orléans con le sue forze. La sua fede incrollabile infuse un gran morale nell’esercito francese, che ne era stato gravemente carente. Si comportò come una leader piuttosto che come un soldato, e non uccise mai nessuno in battaglia.

Dichiarando che era stata mandata da Dio e sostenuta dalla sua incrollabile fede, lei guidò l’esercito francese a una vittoria epocale a Orléans nel 1429 che respinse gli inglesi e segnò l’inizio della fine delle loro speranze di conquista.

Giovanna continuò la sua impavida guida degli eserciti francesi fino al 23 maggio 1430, quando un attacco a un campo borgognone a Margny si concluse con una sconfitta e la cattura di Giovanna. In seguito fu processata per eresia e condannata a morte. Giovanna d’Arco fu bruciata sul rogo il 30 maggio 1431, ma la sua coraggiosa eredità vive ancora oggi. Fu canonizzata da Papa Benedetto XV nel 1920 ed è ricordata come una visionaria e un vero simbolo di virtù.

In Conqueror’s Blade: Paragons, anche il regno di Pays-de-la-Gloire sta affrontando la schiacciante opposizione dei Loegriani, ma una luce divina sta brillando per guidare il loro popolo: Gabrielle-Mäelys. Conosciuta come la fanciulla della Sacra Visione, Gabrielle-Mäelys è nata da una povera famiglia di pastori e ha ricevuto diverse visioni mistiche che l’hanno illuminata sui piani dei Loegriani. Si diffonde la voce dei suoi fantastici talenti divinatori, e presto questa giovane donna è destinata a guidare una compagnia di cavalieri per sconfiggere l’esercito loegriano a La Grande Gloire, rivitalizzare l’esercito reale e scacciare Loegria dalla terraferma per sempre.

Lascia che Joan e Gabrielle-Mäelys ti ispirino nel tuo viaggio verso la vittoria quando Conqueror’s Blade: Paragons verrà lanciato come aggiornamento gratuito il 17 marzo.